Fai cose che contano davvero. Risolvi problemi reali, offri valore reale! – Peter Dennis Pan

R: Puoi presentarti a breve?

Peter: Ciao, mi chiamo Peter Dennis Pan e sono un product manager e designer che ha iniziato a lavorare come freelance e progettista da quando avevo 12 anni. E quando avevo 15 anni, mi sono confuso con il gruppo di startup dove, da allora, ho aiutato i team a creare prodotti interessanti.

Attualmente, sono il lead designer di una startup chiamata 1Scope, mentre mi consulto per alcune altre iniziative sul lato. Sto anche finendo il mio ultimo anno di liceo, quindi sì – cose divertenti ed eccitanti 🙂

R : Fai qualche rituale ogni giorno fuori dal lavoro?

Peter: Al di fuori del lavoro … È difficile, ahah. Sì, alla fine di ogni giorno, ascolto solo musica e rifletto sulla mia giornata. Riavvolgo tutto il giorno e penso solo a cosa è successo, a quali errori ho fatto, a come posso cambiare e anche alle mie vittorie più piccole nel corso della giornata. Personalmente, trovo che riflettere sia la chiave per imparare dalle tue esperienze.

Ma sì, mi sveglio anche ogni giorno prima delle 5:30 del mattino.
Immagino che tu possa chiamarlo un rituale.

R: Come hai imparato il design?

Peter: Ho imparato il design attraverso un’avventura selvaggia a partire da quando avevo 12 anni. Tutto è iniziato con un progetto di gruppo scolastico per un progetto cinematografico.

Naturalmente, come una specie di bambino creativo, volevo creare il miglior film del mondo. Quindi cosa ho fatto?

Sono andato online per sapere come sono riuscito a creare animazioni di sequenze di titoli fantastiche. Sì. Invece di girare il film stesso.

Da allora, ho scoperto Adobe After Effects che mi ha richiesto un’intera settimana per capire. Si è rivelato essere un film terribile. Tuttavia, aveva la sequenza di titoli più appariscente 😉

Ma dalla mia breve esposizione al design online, ho scoperto presto un team di progettazione di YouTube chiamato “Ark Fx”. Era un team di progettazione online che ha creato la motion graphics. Ho visto tutti i loro video e sono stato catturato dal primo giorno.

E giù nella tana del coniglio, sono andato. E nelle settimane successive ero diventato completamente ossessionato dalla grafica animata. Ho creato il mio canale YouTube e me ne sono andato, progettando le mie creazioni di movimento.

Ho girato le ruote per un po ‘fino a quando mi sono unito alla comunità del design di YouTube online dove era pieno di altri ragazzi da tutto il mondo che facevano una cosa sola. E quello era design. Logo design, branding, web design, grafica animata, illustrazioni.

È qui che mi è stato presentato per la prima volta il concetto di progettazione dell’interfaccia utente e web. E così fu trovata una nuova passione e presto fui nuovamente ossessionato, ma a un livello completamente nuovo. La mia vita in quel momento era interamente incentrata sul design.

Era tutto photoshop, fortuna, dribbling e più letture.

Mi sono svegliato alle 4, ho lavorato fino alle 8, sono andato a scuola. Sono arrivato a casa alle 16:00, lavorato fino alle 21:00. Risciacqua e ripeti.

Ho letto di tutto, da articoli, libri a riviste sul design. Avevo persino iniziato a vestirmi come un maledetto hipster. Le mie ore sono state o consumate dal tempo trascorso a progettare o interagire con gli altri nella comunità.

Innumerevoli ore trascorse in Skype chiama ore. Migliaia di messaggi.

Questi primi anni mi hanno davvero permesso di godermi appieno il design, guadagnare le mie prime strisce di business attraverso l’e-commerce, il marketing per la crescita e solo il divertimento per il divertimento.

Puoi raccontarci una piccola storia di un errore che ti ha fatto capire qualcosa di veramente importante per la tua vita?

Peter: Non era tutto il sole. Quando avevo 15/16 anni, avevo sviluppato un’alta aspettativa di me stesso. Avevo idee su cosa avrei dovuto essere e su come gli altri dovrebbero vedermi come. Volevo vincere E con il tempo, avevo perso il mio senso di autostima per quanto ero “produttivo”. Non c’è stato alcun rallentamento.

E lavorando troppo per 45 ore alla settimana in cima al liceo a tempo pieno, avevo avuto un RSI (lesione da stress ripetitivo) sul mio indice destro dove non ero in grado di usare il mouse per un paio di mesi.

È stato con questa ripresa forzata che mi ha permesso di rimettermi in moto per rendermi conto solo di quanta pressione mi ero imposto. Con una pausa dal design, ho realizzato solo come stavo cercando di soddisfare il mio senso di autostima diventando un “vincitore”.

Mi ha insegnato che tutte quelle cose che mi sono imposto non avevano importanza. Da allora, ho appena provato a fare cose che mi piacciono e che trovo divertenti.

R: Quale pensiero o suggerimento ti daresti in passato?

Peter: Vorrei anche dirmi che mi piacerebbe creare e progettare di più piuttosto che progettare per impressionare gli altri. O creare aziende per creare un’azienda. Vorrei dire a me stesso di ignorare tutte le ragioni superficiali di fare qualsiasi cosa e veramente capire perché vuoi fare le cose.

Invece, direi, fai cose che contano davvero. Risolvi problemi reali, offri valore reale. E fai tutto questo divertendoti.

E attraverso questa mentalità, trovo che il mio lavoro sia diventato più significativo e, a sua volta, trovo una maggiore soddisfazione in ciò che creo.

R: Cosa consiglieresti di leggere ai giovani studenti?

Peter: Suggerisco di leggere sulla risoluzione dei problemi per capire davvero e ottenere la capacità di scomporre i problemi di progettazione attraverso i primi presidi. Attraverso questo, sarai in grado di risolvere i problemi più complessi.

Consuma articoli medi come i matti. Leggi libri come un matto. Più leggi nel tempo su business, design e altri campi, più comprensione otterrai.

Penso che, leggendo il più possibile in passato su tutto ciò che mi interessava, mi ha aiutato a scoprire molti modi diversi di pensare e, a sua volta, a sviluppare le mie opinioni / modi di pensare.

Attualmente sto imparando metodi efficienti di analisi del codice, tecnologia blockchain e alt-coin e applicazioni dell’intelligenza artificiale.

R: Come sarà il futuro?

Peter: Mi vedo fare una laurea in informatica e lavorare nella gestione dei prodotti per un po ‘prima di partire all’estero. Speriamo per la Silicon Valley, Shanghai o anche Shenzhen.

In futuro, posso vedermi aiutare a sviluppare giovani talenti tecnologici e fare qualcosa nello spazio dell’istruzione.

R: Cosa ti piacerebbe creare o vedere sviluppato? Roba VR?

Peter: Mi piacerebbe vedere un impulso nella crescita e nello sviluppo del talento di design del prodotto (design centrato sull’uomo) nello spazio tecnologico.

Prevedo l’adozione e l’uso tradizionali della tecnologia blockchain tra 5 e 7 anni. Ma è ancora una previsione a lungo termine.

Attualmente, sto cercando di creare un software basato sull’intelligenza artificiale per aiutare le persone prodotto a sviluppare prodotti migliori più facilmente. In questo momento, sto solo facendo un carico di ricerche sulla barca, comprendendo i flussi di lavoro di designer e product manager di tutto il mondo.

Ho un paio di problemi, sto cercando di chiarire. Ma è tutto validazione in questo momento e testare la fattibilità / qualità del motore guidato dall’IA che verrà potenzialmente utilizzato.

Altro su Peter:

  • Linkedin
  • cinguettio